A.S.A.H.I.

MACROBIOTICA

MACROBIOTICAALIMENTAZIONE MACROBIOTICA

Il termine “macrobiotico” deriva dal greco (makros – bios) e significa “grande vita”.

La dieta macrobiotica rispecchia un vero e proprio stile di vita.

Ha origini nella visione culturale e filosofica orientale, si oppone al consumismo e porta a rifondare i ritmi della vita nel giusto equilibrio naturale riconosciuto e valorizzato nell’ambiente in cui si vive.
Sperimentare la dieta macrobiotica porta a rivedere e modificare l’approccio dietetico nel suo complesso.

L’alimentazione corretta acquisisce un importanza fondamentale nell’equilibrio tra corpo e mente.

La diffusione della Macrobiotica come arte e via della salute, si deve al filosofo giapponese Georges Ohsawa, pseudonimo di Yukikazu Sakurazawa (1893-1966), che ebbe il merito di portare ai contemporanei l’antica saggezza medica dell’Oriente cinese e giapponese.

A lui si è ispirato Michio Kushi (1926-2014), considerato il padre della Macrobiotica in Occidente.

In Italia abbiamo un’esperienza straordinaria di Macrobiotica con Mario Pianesi, ideatore e fondatore di “Un Punto Macrobiotico”, realtà legata a progetti di agricoltura e sviluppo sostenibile.

L’Associazione internazionale UPM Un Punto Macrobiotico, ideata e fondata nel 1980 dal professore Mario Pianesi, si prefigge, come si legge nello Statuto (art.3): “di diffondere una alimentazione più sana ed equilibrata e una filosofia di rispetto e amore per aria, acqua, terra, vegetali, animali e tutti gli esseri viventi”. L’Associazione è ente morale riconosciuto ed ente nazionale con finalità assistenziali riconosciuta dal Ministero dell’Interno. E’ un Associazione di Promozione Sociale riconosciuta con Decreto del Ministero del Welfare. Fa inoltre parte della Consulta degli Enti ed Associazioni della CNI-UNESCO, collabora con l’ONU-UNCCD per la Giornata Mondiale della Lotta alla Desertificazione. E’ presente con circa 100 sedi (attività culturali, negozi, ristoranti, laboratori) in 18 regioni italiane e in varie Nazioni di 4 continenti, in cui vengono promosse le 5 diete Ma-Pi, la Policoltura Ma-Pi e il modello di sviluppo sostenibile di Mario Pianesi.

GUIDE ALIMENTARI CON PRINCIPI MACROBIOTICI Ma-Pi

Queste guide sono orientate a promuovere la salute, quindi sono rivolte ad una popolazione presumibilmente sana. Vengono elaborate tenendo conto delle linee stabilite dagli organismi internazionali e dai principi macrobiotici Ma-Pi.

1- L’alimentazione è l’atto più importante per la vita; fatelo in modo ragionato. La maggioranza delle persone non associano l’alimentazione con la salute, quindi, mangiano in modo meccanico, per sfamarsi e dissetarsi e dipendentemente da quello che li piace e dalla loro disponibilità economica. Nelle inchieste realizzate in genere è emerso che questa
persone rappresentano almeno il 50% della popolazione.

2- Per preservare la salute, preferite i cibi naturali, da coltivazioni naturali, integrali e freschi. Più del 50% dei cibi consumati non sono naturali e implica un consumo pro capite annuo di 4 Kg. di additivi chimici.

3- I cereali, principalmente integrali, costituiscono la base di un’alimentazione sana; consumate quotidianamente almeno una tazza di riso integrale (non raffinato). Il consumo di cerali è ancora basso, il riso è il cereale più importante e in forma integrale è l’alimento più completo di tutti, offrendo i maggiori benefici per la salute.

4- Date priorità al consumo di vegetali (verdure e ortaggi); 6 tazze al giorno è l’ideale. Le fibre che apportano i cereali integrali e le verdure sono quelle di migliore qualità.

5- Per proteggere la salute e la natura praticate un’alimentazione vegetariana due volte a settimana. Rappresenta il migliore provvedimento da realizzare in questo momento storico che vive l’umanità. Questa
indicazione soddisfa la richiesta degli organismi internazionali.

6- I fagioli sono una buona fonte di proteine, la loro qualità nutrizionale aumenta quando sono combinati con il riso. Un’alta percentuale delle persone non considera i fagioli come fonte di proteine, mentre viene sopravvalutato il ruolo delle proteine di origine animale, soprattutto della carne.

7- Preferite il consumo di pesce a quello di altre carni. Il consumo di pesce è associato alla protezione delle malattie cardiovascolari. Due volte alla settimana, due piatti a pranzo è sufficiente. La carne rossa è stata identificata come cibo ad elevato rischio in relazione del cancro.

8- Non è necessario introdurre i latticini per soddisfare la richiesta di calcio. Questo gruppo di alimenti è sopravvalutato in relazione alla salute ossea. Altri alimenti come il sesamo, le mandorle, i legumi, le verdure a foglie ed i cereali integrali integrali apportano il calcio necessario all’organismo, senza acidificare e con un migliore apporto calcio-magnesio.

9- Utilizzate lo zucchero in quantità ridottissime e preferite il miele o al massimo lo zucchero integrale, diminuendo il consumo di tutti i tipi di dolci, confetture, bibite dolcificanti, gasate, ecc…

10- Preferite gli olii ai grassi di origine animale e alla margarina; però utilizzateli in quantità molto ridotte e a crudo solo occasionalmente. Non riutilizzate l’olio. Esiste ancora un consumo elevato di grassi di origine animale e di fritti in molti pasti con l’impiego di olii riscaldati, non sapendo quale danno alla salute questo rappresenta, come anche quali rischi sono associati al consumo delle margarine.

11- Rispettate gli orari dei pasti (colazione, pranzo, cena e se necessario, merenda). Sedetevi a mangiare in famiglia e masticate molto a lungo e correttamente i cibi. Esiste un grande disordine alimentare, quasi generalizzato, con la violazione degli orari stabiliti per i pasti, cibi provenienti dalla vendita per strada, mangiando in piedi e senza masticare.

12- La cena deve essere più leggera del pranzo; non consumate cibi di origine animale o fritti in questo pasto. Abbiate cura del vostro cuore. Più del 50% di tutta l’energia consumata durante il giorno viene assimilata tra la cena e la merenda notturna, questo sovraccarica il sistema cardiovascolare in un orario nel quale si trova alla sua minima capacità.

13- Camminate più che potete e fate esercizi respiratori tutti i giorni. Combattete lo stile di vita sedentario. C’è una grande popolazione di obesi e in sovrappeso con un’alta percentuale di bambini obesi.

Nella piramide alimentare macrobiotica Ma-Pi, la base rappresenta il nutrimento più importante , l’ossigeno, seguito dall’assimilazione di liquidi di buona qualità (thè Bancha, caffè d’orzo, latte di cereali, succhi di verdure, zuppe di verdure, infusi, ecc..) seguita poi dai cerali come fonte principale d’energia preferibilmente integrali, che possono essere alternati, in minore quantità, con i tuberi. Abbiamo poi i vegetali (verdure e ortaggi) seguiti dalla frutta, come fonte di vitamine, minerali e fibre; i legumi come fonte di proteine, alternandoli in minore qualità con i cibi di origine animale; gli integratori alimentari vanno consumati in quantità ridotte (olii, preferibilmente vergini, semi e noci, frutta secca, alghe, malto di cereali, miele) e per ultimi i condimenti che sono da consumare in quantità molto ridotte per dare sapore ai cibi (erbe aromatiche, sale , aceto di riso, tamari, miso, shoyu, umeboshi).

In Italia, sono presenti diversi Punti Macrobiotici, dove si possono gustare ed imparare tecniche macrobiotiche.

sole-ai_xxxxx

“La Macrobiotica sottolinea che la propria vita viene dal nostro ambiente, come l’aria che respiriamo e il cibo che mangiamo, perché noi prendiamo attraverso il nostro ambiente da mangiare e da bere. Il cibo è trasformato nelle cellule del nostro corpo e quindi, sostiene la nostra vita. Il cibo è la vita. Pertanto, è molto importante parlare di come e di quale cibo si mangia per creare una vita sana”Shiro Matsuoka, Maestro di Macrobiotica (http://accademiastudiaikido.com/la-macrobiotica-come-via-e-budo/)

 

A cura di Stefano Mazzilli

 

 

“Che il tuo cibo sia la tua medicina e la tua medicina sia il tuo cibo”
Ippocrate, padre della medicina moderna